PIZZO CALABRO - Prime prove tecniche per fare rete con le associazioni di volontariato.

by Letizia Rondinelli

A Pizzo incontro tra i sodalizi e l'assessore Marino
Obiettivo è quello di riuscire a realizzare progetti più ampi.

PIZZO CALABRO - Fare rete con le diverse associazioni di volontariato operanti sul territorio napitino per informare, evitare che si facciano le cose alla carlona, ma anche per realizzare progetti più ampi. Con questi presupposti, l'assessore alle Politiche sociali, Pasquale Marino, ieri mattina nella sala consiliare di palazzo San Giorgio ha incontrato i rappresentanti delle associazioni dichiarandosi aperto al confronto e pronto per impegnarsi per l'anello più debole della catena, dai diversamente abili alle diverse disabilità. 
Gli intenti sono parsi comuni, anche perchè è importante per i sodalizi avere un referente in seno al governo cittadino perchè, se anche le casse sono in rosso ed il dissesto tiene legate le mani agli amministratori, questi ultimi possono comunque intercettare fondi regionali ed europei e fare da tramite. Proprio come ha fatto ieri Marino che ha illustrato un bando pubblico che scade il 17 Luglio e che consente di finanziare il 50% delle prestazioni rese. 
Dal canto loro le associazioni hanno lamentato il black-out che sino ad ora ha rallentato i servizi: la mancanza di un unico referente ha creato solo confusione, poichè quello che trapelava dagli uffici poco incideva con quanto riferito dalle associazioni e viceversa. Tant'è che sul piatto dei suggerimenti lanciato anche quello di creare una consulta delle associazioni per rivolgersi a tutte per evitare che i rapporti e le informazioni vengano veicolati a macchia di leopardo.
"Mi sono insediato da poco ma seguirò questo indirizzo e, ad ogni bando sarete informati e vi saremo di supporto - ha ribadito l'assessore Marino -. L'informazione consentirà anche di scongiurare le file degli uffici". Intanto, nell'agenda del titolare della delega elle Politiche sociali di palazzo San Giorgio c'è la convocazione, già nella prossima settimana, di un tavolo tecnico con le organizzazioni sindacali. Stamane sarà invece attivo un punto d'ascolto con la psicologa per l'assistenza alle donne, contro il femminicidio ed i maltrattamenti in famiglia, progetto di cui il Comune di Maierato è capofila. 

FONTE: Gazzetta del Sud
AUTORE: Rosaria Marrella

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and conditions.

Comments