“Welfare, che impresa!” V edizione (scad. 20/04/2021 ore 11:59)

Welfare, che impresa!”, giunto alla Quinta Edizione, è un programma di capacity building per progetti di welfare ad alto potenziale di impatto sociale, economico e ambientale.

Il bando 2021 intende premiare e supportare i migliori progetti di welfare di comunità promossi da Enti in grado di produrre benefici in termini di sviluppo locale, in settori quali:

  • Cultura, valorizzazione del patrimonio e del paesaggio.
  • Rigenerazione e restituzione alla fruizione collettiva di beni pubblici inutilizzati o di beni confiscati alla criminalità organizzata per fini di interesse generale e per la comunità.
  • Welfare territoriale, servizi di cura e welfare aziendale.
  • Agricoltura sociale.
  • Sostenibilità ambientale e circular economy.
  • Smart cities e mobilità.

In particolare, il bando si pone le seguenti finalità:

  • sostenere e promuovere progetti innovativi di welfare;
  • stimolare iniziative di imprenditorialità giovanile;
  • favorire iniziative di rete e multistakeholder, capaci di produrre benefici concreti per la comunità;
  • alimentare una progettualità orientata alla generazione di impatto sociale e alla sua misurazione.

L’iniziativa è promossa da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Bracco, Fondazione Snam, Fondazione CON IL SUD, Fondazione Peppino Vismara e UBI Banca, con il contributo di AICCON, Fondazione Politecnico di Milano – Tiresia, Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore e Impacton e degli incubatori PoliHub, SocialFare, Hubble Acceleration Program, G-Factor; a|cube e Campania NewSteel.

Possono partecipare al bando gli Enti giuridici costituiti da non più di 5 anni o da costituirsi, fermo restando, per questi ultimi, l’obbligo di costituirsi entro 6 mesi dalla data in cui vengono comunicati i vincitori del bando al fine di poter risultare assegnatari dei premi. Per un maggior dettaglio sugli Enti giuridici che possono partecipare al concorso, è necessario consultare il regolamento completo pubblicato su Welfare, che impresa!.

Per gli Enti ammessi – valutati da giurie di esperti (composte da esponenti dei Promotori, Partner e Incubatori) – sono previsti i seguenti premi:

al primo classificato € 40.000 a fondo perduto

dal secondo al quarto classificato € 20.000 a fondo perduto

Tutti gli Enti vincitori potranno inoltre accedere a sessioni di mentorship personalizzate erogate da uno degli Incubatori; un finanziamento a condizioni agevolate erogato da UBI Banca fino a € 50.000 (Concessione del finanziamento soggetta alla verifica dei requisiti di accesso e alla positiva valutazione del merito creditizio) e un conto corrente a condizioni agevolate per 36 mesi; consulenza personalizzata con Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore.

Tra i premi speciali la possibilità di avviare una campagna di crowdfunding sulla piattaforma ideatre60 di Fondazione Italiana Accenture; l’accesso facilitato allo Scaling Program di Impacton; due percorsi di mentorship per due Enti finalisti (non vincitori); la possibilità per un Ente finalista di partecipare all’Open Camp 2021.

La candidatura progetti è aperta dal 16 marzo al 20 aprile 2021.

Per tutte le informazioni e candidare i progetti vai su Welfare, che impresa!

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and conditions.

Comments