Sit-in delle associazioni alla Cittadella (lunedì 5 ottobre a partire dalle ore 14)

Dopo avere denunciato la serie interminabile di disservizi di cui la sanità regionale si rende da tempo immemore protagonista, e dopo avere incontrato i vertici territoriali dell’Asp e dell’Azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio”, oltre che il commissario ad acta Saverio Cotticelli, le associazioni in campo sanitario sono pronte a ritrovarsi tutte, lunedì 5 ottobre, a partire dalle ore 14, a manifestare nel piazzale della Cittadella regionale.

L’essersi esposte mediaticamente da mesi per segnalare a quali enormi difficoltà vadano incontro i pazienti, anche gravi, che alla sanità territoriale devono pur rivolgersi, e l’aver sottoposto a chi di dovere quali siano i bisogni degli ammalati, rassegnati ad emigrare per curarsi, non ha prodotto finora alcun risultato. Anche la richiesta di poter incontrare la presidente della Regione Jole Santelli è caduta nel vuoto. Ma non c’è più tempo. C’è molta gente malata che ormai rinuncia a curarsi, e il diritto alla Salute costituzionalmente garantito sembra quasi relegato ad uno scritto sulla carta. Almeno in Calabria.

Il sit-in organizzato per lunedì 5 è finalizzato a porre nuovamente l’attenzione su quella che la Regione dovrebbe considerare una priorità assoluta: la Sanità. E nuovamente le associazioni di volontariato del territorio, che operano in campo ospedaliero (Favo, Acmo, Calma, Avulss, Ave-Ama, Casm, CittadinanzAttiva, Aned), assieme all’associazione dei medici di famiglia “Mediass”, e con il sostegno del Centro Servizi al Volontariato della provincia di Catanzaro, saranno in campo con l’intento di farsi ascoltare, nell’interesse degli ammalati calabresi.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and conditions.

Comments