1000 lotti per elaborare progetti con finalità sociali

Con la pubblicazione on line del bando per l’assegnazione diretta a titolo gratuito a enti e associazioni del privato sociale di beni confiscati in via definitiva alle mafie, l’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (Anbsc) dà il via a una nuova modalità di assegnazione che vede protagonisti gli enti senza scopo di lucro del cosiddetto Terzo settore.

Sono oltre 1.000  i lotti individuati in questo primo avviso pubblico, per un totale di 1.400 particelle. Gli enti e le associazioni interessati dovranno elaborare progetti con finalità sociali incentrati sui beni confiscati messi a bando, che saranno assegnati a titolo gratuito secondo modalità e criteri trasparenti e partecipativi.

Le domande di partecipazione all’istruttoria pubblica per l’individuazione degli enti assegnatari possono essere presentate entro il 31 ottobre 2020.

L’avviso pubblico e la modulistica relativa sono disponibili sul sito dell’Agenzia nazionale.

Leggi la notizia

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and conditions.

Comments