“EduCare” per incentivare la ripresa delle attività educative, ludiche e ricreative (scad. 31/12/2020)

Il Dipartimento per le politiche della famiglia ha pubblicato l’avviso “EduCare” col fine di incentivare la ripresa delle attività educative, ludiche e ricreative dei bambini e dei ragazzi, fortemente penalizzate dall’emergenza sanitaria da COVID-19 durante le prime fasi promuovendo l’attuazione di interventi progettuali, anche sperimentali e innovativi, di educazione non formale e informale e di attività ludiche per l’empowerment dell’infanzia e dell’adolescenza.

Le proposte progettuali dovranno contribuire allo sviluppo delle potenzialità fisiche, intellettuali, emotive e sociali dei bambini e dei ragazzi come individui attivi e responsabili all’interno delle proprie comunità a livello nazionale e locale e promuovere il loro impegno verso la società che li circonda, nel rispetto delle differenze culturali, linguistiche, religiose, etniche e di genere. Le suddette progettualità dovranno, inoltre, prevedere opportunità di gioco e apprendimento che consentano ai bambini e ai ragazzi di acquisire conoscenze e sviluppare atteggiamenti e abilità, in grado di contribuire alla formazione del carattere individuale e riappropriarsi degli spazi di gioco all’aperto. Potranno altresì promuovere iniziative che favoriscano una significativa e rafforzata partecipazione dei bambini e dei ragazzi e il loro protagonismo, attraverso nuove metodologie di educazione tra pari (peer education), per dare la possibilità ai ragazzi e alle ragazze di migliorare la propria autostima e le capacità sociali, relazionali e comunicative sviluppando consapevolezze, facendo esperienza di nuove attività, imparando a progettare insieme e a condividere.

Le iniziative che l’Avviso intende promuovere dovranno rispettare le indicazioni sulla riapertura in sicurezza delle attività ludiche e ricreative fornite dalle linee guida elaborate ai vari livelli di Governo.

Gli ambiti tematici oggetto di finanziamento riguarderanno la: 

1) Promozione della cittadinanza attiva, del coinvolgimento nella comunità, e della valorizzazione del patrimonio culturale locale;

2) Promozione della non-discriminazione, dell’equità e dell’inclusione sociale e lotta alla povertà educativa;

3) Promozione della piena partecipazione e del protagonismo dei bambini e dei ragazzi attraverso l’educazione tra pari (peer education) e il sostegno del dialogo inter-generazionale tra bambini, ragazzi, adulti e anziani e le loro famiglie;

4) Tutela dell’ambiente e della natura e promozione di stili di vita sani.

I soggetti che potranno partecipare all’avviso saranno:

  1. enti locali, in forma singola o associata;
  2. scuole pubbliche e parificate di ogni ordine e grado;
  3. servizi educativi per l’infanzia e scuole dell’infanzia statali e paritarie;
  4. organizzazioni senza scopo di lucro nella forma di Enti del terzo settore ed enti ecclesiastici e religiosi.

Le proposte progettuali potranno essere trasmesse a decorrere dalla data di pubblicazione dell’avviso e fino al 31 dicembre 2020, fatta salva la facoltà dell’Amministrazione di prorogare tale termine in relazione anche all’eventuale disponibilità delle risorse.

Sarà cura dell’Amministrazione comunicare, attraverso pubblicazione ufficiale sul sito istituzionale la chiusura della procedura,

prima della scadenza del termine sopra indicato del 31 dicembre 2020, in caso di esaurimento dei fondi.

Le risorse finanziarie dedicate all’avviso saranno pari a 35 milioni di euro. I progetti ammessi a finanziamento dovranno avere una durata di 6 mesi.

Per tutte le informazioni e per scaricare la documentazione vai alla pagina del bando

Leggi la notizia

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and conditions.

Comments