Il "Decreto cura Italia", pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 17 marzo 2020, posticipa al 31 ottobre 2020 le scadenze per approvare i bilanci e per modificare gli statuti delle associazioni. 

Le assemblee 
Le restrizioni agli spostamenti e il divieto di assembramento hanno reso impossibile per qualsiasi associazione convocare l'assemblea annuale, almeno fino al 3 aprile 2020, poiché la possibilità di convocare i soci in remoto (ad esempio per via telematica) deve essere prevista nello statuto. L'emergenza ha dunque messo in difficoltà molte associazioni anche nell'adempiere all'obbligo di approvare i bilanci entro il termine di aprile. 

Approvazione dei bilanci
Il "Decreto cura Italiarisponde a questa problematica all'articolo 35, con il rinvio al 31 ottobre del termine per l'approvazione dei bilanci di Onlus, Organizzazioni di volontariato, Associazioni di promozione sociale e imprese sociali, dunque in deroga alle disposizioni di legge, al regolamento o allo statuto. Generalmente la scadenza prevista è il 30 aprile di ogni anno.

Adeguamento dello statuto
Sempre l'articolo 35 del decreto tocca anche la questione dell'adeguamento degli statuti alla Riforma del Terzo Settore: slitta sempre al 31 ottobre il termine per adeguarsi tramite assemblea ordinaria. 

Clicca qui per scaricare il testo integrale del decreto Cura Italia
Clicca qui per leggere il decreto Cura Italia in Gazzetta Ufficiale

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and conditions.

Comments