Venerdì 4 ottobre il pomeriggio sarà dedicato agli approfondimenti sui servizi dei Csv, sui progetti di promozione di volontariato svolti nelle scuole, sull’Agenda Onu 2030, sulla ricerca e sulla trasformazione digitale 

di Alessia Ciccotti

Una delle novità della conferenza di CSVnet 2019 riguarda i 10 gruppi di lavoro tematici che quest’anno saranno più brevi e si svolgeranno in parallelo (5 + 5) il venerdì e il sabato pomeriggio. Con questa modalità sarà possibile affrontare un maggior numero di sfaccettature del lavoro quotidiano che impegna la rete dei centri di servizio: questioni in parte già consolidate e altre ancora aperte alla luce della riforma del terzo settore.

Al centro dei gruppi di venerdì 4 ottobre vi sarà anzitutto il tema dei servizi erogati dai Csv, quindi la riflessione sui numerosi progetti realizzati per la promozione del volontariato nelle scuole (sui quali è stato appena realizzato un censimento), l’applicazione degli obiettivi dell’Agenda Onu 2030nella programmazione del centri, il ruolo di questi nella ricerca e infine un punto sullo stato di avanzamento della trasformazione digitale all’interno della rete.

Riportiamo di seguito i dati e le introduzioni sintetiche dei gruppi.

Gruppo A1 – CSV “alla Carta” – I servizi e i destinatari

I CSV del Codice del terzo settore hanno l’obbligo di adottare una propria carta dei servizi, mediante la quale rendere trasparenti le caratteristiche e le modalità di erogazione di ciascun servizio, nonché i criteri di accesso ed eventualmente di selezione dei beneficiari. L’elaborazione in corso (a cura di CSVnet) delle Linee Guida in materia ha già permesso di acquisire riferimenti condivisi ma ha anche evidenziato aspetti ancora da chiarire. Il gruppo di lavoro si soffermerà sulle questioni inerenti le caratteristiche e le modalità di erogazione dei possibili servizi offerti dai CSV, i beneficiari dei servizi, i criteri di accesso, nonché sugli impegni che ne derivano ai CSV medesimi.

RelatoriMassimo Giusti, segretario generale Onc; Luca Gori, Scuola superiore S. Anna di Pisa / ConduceChiara Tommasini, vicepresidente CSVnet / Supporto tecnicoRoberto Museo, direttore di CSVnet e Alessandro Seminati, direttore CSVnet Lombardia

Gruppo A2 – Dal volontariato alla scuola, e ritorno

Le scuole sono il luogo in cui si formano la consapevolezza e la responsabilità dei nuovi cittadini. L’incontro con il volontariato, i suoi valori, le sue capacità d’azione può essere decisivo. L’alleanza fra scuola, famiglia, territorio è generativa di relazioni di fiducia. I CSV sono già tessitori di queste relazioni, attraverso centinaia di progetti sviluppati in collaborazione con più di 1.700 scuole. Il gruppo di lavoro costituisce una tappa fondamentale del percorso, partito da lontano, che oggi ha prodotto il censimento sulle attività dei CSV nelle scuole nel 2018-2019.

E che intende proseguire con strumenti, tempi e obiettivi che saranno oggetto della discussione.

RelatriceGiovanna Boda, direttore generale per lo Studente, l’integrazione e la partecipazione del ministero dell’istruzione / ConduconoEmanuele Alecci e Maria Antonietta Brigida, consiglieri CSVnet / Supporto tecnicoMarco Cavedon, consulente CSVnet

Gruppo A3 – L’Agenda ONU nell’agenda dei CSV

Il volontariato aspira fattivamente alla pace come condizione stabile di convivenza e considera il modello di sviluppo attuale iniquo ed insostenibile. Persegue un modello di sviluppo alternativo capace di ricomprendere e interconnettere le dimensioni ambientali, economiche e sociali, proiettandole verso obiettivi e traguardi concreti. L’ONU, in questa direzione, ha approvato l’Agenda globale per lo sviluppo sostenibile che richiede un forte coinvolgimento di tutte le componenti della società. Come intersecare i diversi servizi dei CSV con i 17 SDGs? Come il perseguimento dei 17 SDGs può indurre l’azione di promozione e rafforzamento della presenza e del ruolo dei volontari?

RelatriciCristiana Rogate e Valentina Pericoli, Refe / ConduconoGiuditta Petrillo e Giorgio Casagranda, consiglieri CSVnet / Supporto tecnicoEleonora Cerulli, CSVnet

Gruppo A4 – Ricerca e documentazione: il ruolo dei CSV

L’attesa di informazioni e conoscenze sul mondo del volontariato è sempre molto alta. I CSV realizzano da anni ricerche nel settore, gestendo in contemporanea servizi di documentazione fruibili dalle organizzazioni del territorio.

Mentre si stanno ricostruendo dimensioni e caratteristiche di questa attività, il gruppo si concentrerà su due direttrici: il rilancio del ruolo dei CSV in quest’area e l’individuazione di un programma di ricerca su scala nazionale. Si tratta di una funzione da esercitare nella cornice data dal Codice del terzo settore, mantenendo alta la capacità di lettura dei CSV e sviluppando le opportune connessioni in ambito nazionale, comunitario e internazionale.

RelatoriCarlo Borzaga, Università di Trento, presidente di Euricse; Renzo Razzano, consigliere CSVnet / ConduceLuciano Squillaci, vicepresidente CSVnet / Supporto tecnicoStefano Trasatti, CSVnet

Gruppo A5 – La trasformazione digitale come guida per far crescere il volontariato

L’impatto della trasformazione digitale sulla community del volontariato è sempre più grande. L’utilizzo della tecnologia può essere una vera e propria guida al cambiamento, alla crescita e al successo delle organizzazioni. I CSV hanno sperimentato in questi anni alcuni strumenti informatici a supporto degli Ets che hanno semplificato l’accesso ai servizi, migliorato l’efficienza e garantito la trasparenza delle attività svolte. È a partire da questi (ed altri) strumenti che il ruolo del CSV potrà calarsi efficacemente nella rete di tutto il terzo settore: come fare in modo che diventino pratica diffusa all’interno di tutti i Centri? E come superare le resistenze culturali?

RelatoriAntonio Tonini, Infocamere; Lorenzo Lolini, cons. informatico CSVnet, Davide Alessandrelli, CSVnet / ConduceGiampiero Licinio, consigliere CSVnet / Supporto tecnicoElena Casini, CSVnet

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and conditions.

Comments