Parmalat insieme a Banco Alimentare

by Murone Emanuela

 

Parmalat insieme a Banco Alimentare

« Aiutiamo le fasce più deboli » L’INZIATIVA AL PROGETTO COLLABORA ANCHE L’AZIENDA PRETI1851 – MILANO –

IL VALORE nutrizionale di una buona colazione è indubbio, ma c’è anche un valore psicologico e sociale da considerare. Il primo pasto della giornata può diventare un contributo fondamentale per iniziare bene in particolar modo per i bambini che si trovano in situazioni di disagio. Il progetto “La colazione ideale” è rivolto proprio a 521 piccoli ospiti di 19 strutture caritative lombarde, come quelli che vivono insieme alle loro mamme nel “Villaggio della madre e del Fanciullo”. I volontari lo confermano: la colazione nelle grandi sale delle 3 case del centro è un momento di festa e condivisione. «L’incontro e la scoperta di una realtà come quella del Villaggio della Madre e del Fanciullo sono stati per me particolarmente coinvolgenti, così come il racconto della sua importante e lunga storia che si traduce nell’offrire da sempre una casa a chi ne ha bisogno. Ed è questo “senso di casa” che mi è stato trasmesso, insieme all’attenzione degli educatori e della Presidente che ringrazio ancora per l’ospitalità – afferma Giovanni Pomella, Direttore Generale di Parmalat Italia in visita alla struttura – Momenti come questa visita dimostrano quanto sia importante per un’azienda come Parmalat sostenere e supportare strutture ed iniziative che aiutano le fasce più deboli della popolazione, attraverso la distribuzione dei nostri prodotti ma anche, dove possibile, promuovendo una sana e corretta alimentazione, soprattutto per i più giovani». Il latte e i succhi di frutta offerti da Parmalat e i biscotti di Preti 1851 vengono consegnati dal Banco Alimentare della Lombardia alle strutture caritative partner coinvolte nel Progetto.

«È UNA delle strutture caritative partner che aiutiamo con il nostro lavoro quotidiano e che abbiamo coinvolto nel progetto “La colazione ideale” nato per contrastare l’attuale emergenza alimentare infantile – afferma Marco Magnelli, Direttore dell’Associazione Banco Alimentare Lombardia – Delle oltre 209.000 persone in povertà che assistiamo attraverso le strutture caritative del territorio un terzo è rappresentato da minori. In risposta a questo dato allarmante Parmalat e Preti 1851 si sono messe al nostro fianco, cambiando il paradigma tra profit e non profit, non solo offrendo prodotti appropriati in termini nutrizionali ma dando un importante supporto educativo e sociale». “

Per noi è importante sostenere e supportare azioni rivolte ai bambini promuovendo una sana e corretta alimentazione

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and conditions.

Comments